TS | La formazione per preparare uomini. Tempi Supplementari con: Marco Franceschetti (1 di 2)

Ebook gestione dello stato d'animo nel calcio gratuito

Oggi vi presentiamo la prima parte dell’intervista a Marco Franceschetti, ex giocatore di serie A, che oggi è il presidente di France Sport situata a Maccagno (Va).

Questa società, fondata dallo stesso Marco, ripropone un approccio che è interamente incentrato sul ruolo della cultura e della formazione.Come al solito questi due elementi, vengono solitamente decantati da diverse società senza, però, avere una reale applicazione, per via del sentimento che siano degli investimenti a perdere o, come meglio dire, di costi.

Oggi ascoltiamo la prima parte di un’intervista dove si riscopre il valore di fare crescere uomini pronti a vivere all’interno di un contesto sociale in continua mutazione come quello in cui viviamo oggi.

A questo punto “farli arrivare in serie A” diventa quasi un obiettivo secondario che non sarà mai quello sulla quale i ragazzi dovranno confrontarsi per capire se la loro vita ha avuto successo o meno.Tempi supplementari è una rubrica di Cambiodicampo che porta il mondo del business all’interno dei campi di calcio per comprenderne e analizzarne i vantaggi e gli svantaggi sullo sport.

CALCIO | I Giovani Abbandonano Perché Sono Svogliati

Il mondo dello sport italiano è afflitto da un tasso di abbandono della pratica sportiva, prima dei 18 anni, che è pari circa al 40% . Questo dato risulta essere, purtroppo, uno tra i più alti in Europa.

Le cause sono molteplici e forse, tra le più determinanti, c’è una mancata determinazione delle priorità e una corretta comunicazione verso i giovani che, nel loro percorso di crescita, devono affrontare diverse problematiche.

Una frase come “Voi arrivate qui ma dovete sapere che solo il 2% di voi arriverà a giocare, quindi dovete studiare per non fare gli atleti professionisti” può avere dei risultati diametralmente opposti a seconda che il ricevente dell’informazione sia un ragazzo di 20 anni o un bambino di 8 anni.

Cosa è davvero importante per creare la giusta cultura all’interno dei campi da calcio? Noi proviamo a dirti la nostra con questo nuovo episodio.

CALCIO | Patentini: Allenatori Abili o Allenatori Abilitati?

“Per diventare un buon allenatore non bisogna essere stati, per forza, dei campioni; un fantino non ha mai fatto… il cavallo” A. Sacchi.

Poter conseguire titoli come UEFA B e UEFA A in Italia implica un percorso estremamente lungo e complesso, soprattutto per chi, come tanti (giovani) allenatori, ha buone idee ma scarso curriculum da giocatore.

Eppure come dimostrato da eccellenti scuole estere esistono percorsi meno tortuosi.