Cristian iriarte

Elementi di preparazione atletica per il dilettantismo

preparazione atletica

Un erroneo paradigma si ripercuote nelle nostre menti quando sentiamo le parole “preparazione atletica”. Il tutto sembra ricondurre a delle capacità condizionali da allenare per far si che gli atleti migliorino in gara. Ma non è mai stato così. In questo corso, rivolto a preparatori e allenatori di base dei settori agonistici, Cristian Iriarte debellerà questa convinzione portando la sua grandissima esperienza e conoscenza al servizio di un nuovo approccio della preparazione atletica. Questo approccio ha come obiettivo ultimo quello di migliorare il gioco. Per questo scoprirai su cosa conviene concentrare osservazioni e sforzi per migliorare i fattori di prestazione dei giocatori che concorreranno a creare una prestazione collettiva migliore in gara.

 

FORMATORE:

Cristian iriarte

DURATA CORSO:

1 e 40 ore

ARGOMENTO:

preparazione atletica

IL TUO CAMBIAMENTO

In questo corso sarai messo alla prova più volte nelle tue conoscenze ed esperienze. Potrà capitare che ti sentirai tirato in causa. Non preoccuparti, è normale. Vogliamo portarti a ragionare per darti le conoscenze per effettuare un cambiamento. Nell’ultima lezione la prova sarà pratica, ti chiederemo di mettere in atto e attuare tutto quelle conoscenze sul campo di gioco per cominciare a sperimentare e cambiare il tuo stile: diventerai così un allenatore “conoscente”.

obiettivi del corso

  • Impara a staccarti definitivamente dal solito concetto dell'allenamento prestativo secondo i canoni classici della preparazione atletica

  • Sfrutta le capacità condizionali per comprendere come manipolare il gioco, in tutte le sue fasi

  • Migliora le prestazioni atletiche dei tuoi giocatori

incluso nel corso

Per chi è consigliato il corso

  • Allenatori di calcio

  • Allenatori di sport di situazione

  • Allenatori di settore giovanile (agonistica)

  • Allenatori di prime squadre

  • Studiosi di apprendimento

  • Studiosi di preparazione atletica

  • Preparatori atletici

LE LEZIONI DEL CORSO

In questa lezione Cristian proverà a rompere il muro di quel paradigma che da troppo tempo esiste e persiste nella cultura di quasi tutti gli operatori sportivi circa il significato del “prepararsi atleticamente”

In questa lezione Cristian proverà a rompere il muro di quel paradigma che storicamente esiste e persiste nella cultura di quasi tutti gli operatori sportivi circa il significato del “prepararsi atleticamente” andando ad approfondire gli errori che spesso si commettono.

In questa lezione cerchiamo di capire cosa è possibile monitorare dei giocatori. Il sonno è l’elemento su cui ci concentriamo per capire che gestirlo può permettere di ottimizzare la transizione tra apprendimento veloce a apprendimento stabile.

Per favorire l’apprendimento e gestire il carico di lavoro bisogna tenere in considerazione il dispendio energetico del sistema nervoso centrale durante una partita. In questa lezione impariamo cosa tenere in considerazione per non commettere colpevoli errori.

In questa lezione capiremo su cosa il preparatore atletico può intevenire per indirizzare la seduta dell’allenamento verso gli obiettivi da raggiungere. Sono 3 gli elementi fondamentali da gestire e manipolare: tempo, spazio ed esigenza tecnica.

In questa lezione ripercorriamo degli interventi in allenamento sulla base di un microciclo settimanale di 3 allenamenti (martedì, mercoledì e venerdì) cercando di ipotizzare gestione dei volumi e di intensità e tenendo in considerazione l’apprendimento che serve ai giocatori rispetto al modello di gioco creato dal mister.

Un esempio pratico di monitraggio di un’esercitazione in allenamento. In questa lezione capiremo insieme cosa e come monitorare carichi e volumi rispetto agli elementi precendentemente studiati.

Anche il monitoraggio della partita diventa fondamentale per una gestione totale e ottimizzata dei calciatori. Ci sono dei fattori che possono essere tenuti in considerazione e che ci danno delle indicazioni importantissime per migliorare il processo di allenamento. In questa lezione li approfondiamo.

A volte per sembrare aggiornati si fanno danni. Non stiamo dicendo che il lavoro a secco sia il demonio, per questo in questa brevissima lezione ti daremo degli spunti grazie ai quali potrai scegliere il metodo da usare in relazione agli obiettivi, parametri e alle tua capacità.

Dopo tutto questo studio è il momento di scendere in campo. Ecco un taglio di una partita in cui puoi esercitarti prima di scendere realmente in campo.

Nullam quis risus eget urna mollis ornare vel eu leo. Aenean lacinia bibendum nulla sed