fbpx

Scarica il nostro ebook gratis​

RIATTACCO

ALLENARE IL RECUPERO DELLA PALLA IMMEDIATO

I contenuti dell’ebook:

  • Cos’è il ri-attacco
  • Comprendere i vari tipi di ri-attacco
  • Quali grandi allenatori usano il riattacco
  • Come allenare il ri-attacco

"Il Gegenpressing è il miglior playmaker"

Jürgen Klopp

hai già scaricato i nostri ebook gratis?

Il riattacco è una sviluppo di gioco difensivo che si attua in fase di transizione negativa. Viene ritenuto una sorta di evoluzione dello sviluppo del pressing.

Prima di tutto, quindi, vale la pena condividere che cos’è un pressing, per evitare fraintendimenti.

"Il pressing è un azione difensiva collettiva atta alla riconquista della palla. Viene eseguito effettuando limitando tempo e spazio all'avversario in possesso del pallone e chiudendone i suoi appoggi.

Spesso il pressing viene inteso non solo come azione collettiva (per tale motivo si differenzia fortemente dalla pressione, ma anche perché si intende un azione atta alla riconquista per contrasto o anticipo. Infatti, i riferimenti sono, in ordine cronologico: palla, porta, avversari e compagni. Insomma, se nella pressione la riconquista della palla dovrebbe materializzarsi per intercetto, nel pressing la riconquista è direzionata verso l’uomo avversario.

Accedi alla nostra repository di libri

RIATTACCO = GEGENPRESSING = RIAGGRESSIONE

Un pò di terminologie per chiarirci le idee.

Spesso di sente parlare di gegenpressing, termine che esprime bene il concetto a partire da una declinazione anglosassone. “Gegen”, infatti significa “contro” in lingua tedesca. In inglese si traduce con il termine “counter-pressing”, termine più utilizzato oltre manica. In italiano, invee, spesso viene tradotto con “contro-pressing” o “riaggressione”. o, appunto, riattacco.

Se comunemente viene riconosciuto con questi termini, non esiste una vera e propria terminologia che identifica univocamente questa strategia di gioco. Ciò che noi di Cambiodicampo vorremmo sottolineare con il termine “riattacco” è la possibilità di attuare questo sviluppo strategico per ribaltare il fronte in maniera aggressiva, passando da una fase di non possesso a una di possesso, da una fase di difesa a una di attacco.

Vogliamo evidenziare le potenzialità del gegenpressing irrobustendo il concetto della propositività. Nel gioco, per noi, la massima propositività di identifica in un controllo totale del gioco che configura un mantenimento del possesso palla atto a controllare l’avversario attaccando. Sebbene questo sia paradossale, è da questo presupposto che identifichiamo questa azione di gioco con la parola riattacco.

I VANTAGGI DEL RIATTACCO:

  • Può far ribaltare velocemente l’azione per ri-determinare il possesso
  • Mira ad interrompere una fase di ripartenza sul nascere
  • Approfittando di una disorganizzazione avversaria
  • Può far tenere gli avversari lontani dalla propria porta
  • Eseguendolo ci si orienta in una direzione di dominio del gioco

GLI SVANTAGGI DEL RIATTACCO:

  • Richiede una grande concentrazione mentale
  • Richiede grande dispendio fisico
  • Ci si espone molto al contrattacco avversario su campo aperto
  • Si lasciano spazi in profondità da difendere

li hai scaricati tutti?

Vai a recuperare tutti i nostri ebook gratuiti

UNO SVILUPPO COMPLICATO

Effettuare efficacemente il riattacco potrebbe non essere così facile. Si necessita di una grande organizzazione che deve essere allenata e adeguata ad ogni contesto, avversari compresi. Avendo anche degli svantaggi potrebbe, talvolta, giocare contro, qualora non si avessero le caratteristiche adeguate nei giocatori a disposizione (tema che potrebbe non essere così rilevante se si proponesse in una squadra giovanile). Per organizzare una struttura pronta a eseguire questa scelta strategica bisogna che si abbia sviluppato un concetto importantissimo con i propri ragazzi:

LE DISTANZE DI GIOCO

Questo aspetto è fondamentale in tutto lo sviluppo di una buona fase difensiva, ma è fondamentale anche per riuscire a eseguire un buon ri-attacco. Il tema delle corrette distanze di gioco è strettamente dipendente dal modo di sviluppare gioco nella fase offensiva. Una squadra abituata ad attaccare con distanze ben definite e con una sistematica organizzazione spaziale può avere enormi vantaggi nell’attuazione del gegenpressing. Spesso, infatti, si vedono squadre ispirate al “gioco di posizione” eseguire questa manovra difensiva.

Un modo efficace di eseguire questa strategia è quella di sfruttare le corte distanze in fase offensiva. Attaccare in spazi stretti, infatti, faciliterebbe la riconquista della palla attuando un ri-attacco immediato. Tale facilitazione deriva dal fatto che le distanze che i giocatori devono coprire rispetto alla palla (o al portatore e ai suoi appoggi) sarebbero minori per riconquistarle. Di conseguenza, sarebbero più corti i tempi e la transizione negativa potrebbe durare meno, essere più efficiente (meno dispendiosa dal punto di vista fisico) e riuscire con probabilità più elevata.

COME ALLENARE IL RI-ATTACCO

In questo ebook non ci sono esercitazioni sul gegenpressing. Ma vogliamo darti degli spunti che puoi portare in campo e personalizzare per portarli sul campo. Da questi spunti e dal modo in cui sceglierai di allenare questo sviluppo di tattica difensiva potrai optare per capire come applicarlo con i tuoi giocatori.

Cosa devi cercare altrove:

SPIEGAZIONI DI TATTICA COLLETTIVA

ESERCITAZIONI SUL GEGENPRESSIG

SCHEMI PER EVITARE IL GEGENPRESSING

PROGRESSIONI PER ALLENARE

COME MUOVERE LA LINEA DIFENSIVA

COME ESEGUIRE UNA PRESSIONE COLLETTIVA

Vuoi scrivere un articolo o un ebook con Cambiodicampo?

Ed entra a far parte della community di Amici di Cambiodicampo

tutto un altro gioco